auto-vintage

Sempre più vintage, ma con uno sguardo al futuro

30 novembre 2018

Mondo auto: le novità

Condividi: Facebook Google LinkedIn Pinterest Tumblr Twitter

Mai come oggi sentiamo l’esigenza di un ritorno alle origini, di rivivere un’epoca e farci trasportare da atmosfere sognanti.

Sentiamo il bisogno di tornare indietro, riavvolgere il nastro dei ricordi in un momento di incertezza sociale e culturale.

Tanti sono i settori che in questi ultimi anni si sono avvicinati, o meglio, hanno reinventato e rivisitato prodotti e servizi degli anni che furono, dando nuova linfa e carattere al vecchio, trasformandolo in quello che oggi conosciamo come “vintage”.

Tra i tanti che si sono e stanno tuttora approcciando questa rivitalizzazione del brand model troviamo i marchi automobilistici.
Ci vengono subito in mente la Fiat 500, oppure il Maggiolino, auto che hanno fatto la storia della seconda metà del ventesimo secolo ed oggi ritornano in auge con una nuova veste ed elementi di design che richiamano la sua antenata ma strizzano l’occhio al futuro.

Un restyling che molto spesso fa del nome il suo punto forte e cerca di rimasterizzare vecchi modelli e renderli attuali con tutte le nuove tecnologie del caso.
Un altro esempio è la Mini, auto che la David Brown Automotive è riuscita a migliorare, senza snaturare il vecchio modello, facendole fare un salto temporale non indifferente e renderla ancora oggi un’auto simbolo.

Quelle che oggi conosciamo come auto d’epoca, stanno diventando dei veri e propri modelli stilistici di ispirazione per i costruttori di oggi che fanno del nome un racconto da rileggere in chiave moderna.

Basti pensare che Jaguar non ha portato novità al Salone di Parigi, ma ha esposto modelli d’epoca come la Jaguar XJ, restaurate dai tecnici del reparto Special Vehicle Operations. Inoltre ha presentato una versione rivisitata della storica Land Rover Discovery, che verrà utilizzata dalla Croce Rossa austriaca, come veicolo di pronto intervento per situazioni di emergenza.

Un salto verso il futuro che ha però il sapore del ricordo, di un’epoca in cui le auto erano veramente dei simboli sociali e culturali.
Va comunque detto che con la sofisticazione delle auto d’oggi è tutta un’ altra storia; sicurezza, design, performance non fanno rimpiangere i tempi andati, sebbene l’amarcord ci stia mettendo lo zampino.

Noi di Bullock, abbiamo studiato e progettato modelli di antifurti meccanici che ben si adattano alla maggior parte dei veicoli circolanti.
Scopri nel nostro sito web il Bullock più adatto alla tua auto.

Condividi:

Condividi: Facebook Google LinkedIn Pinterest Tumblr Twitter

Commenti: