revisione

Revisione auto, cosa c’è da sapere

22 agosto 2018

Consigli utili

Condividi: Facebook Google LinkedIn Pinterest Tumblr Twitter

Guidare rispettando le norme del codice stradale è una condizione essenziale per ogni automobilista. Per essere davvero dei conducenti modello è doveroso circolare con un mezzo che sia in regola con la revisione.

Cos’è la revisione e perchè va effettuata?

A differenza del tagliando, che è un controllo di cui si fa carico la casa madre del veicolo al fine di esaminare lo stato di usura delle componenti meccaniche e elettroniche dell’auto, la revisione auto è una procedura stabilita dalla Motorizzazione Civile, la quale certifica l’idoneità del veicolo per la circolazione e verifica che parametri, come la rumorosità e i consumi, siano all’interno dei limiti di legge.
Dal 20 maggio di quest’anno è entrato in vigore il certificato di revisione, un documento che viene rilasciato al termine del controllo dell’auto da parte di ACI, Motorizzazione Civile e centri specializzati. Le nuove regole, presenti nella direttiva europea 2014/45, hanno l’obiettivo di ridurre il rischio di frodi registrando i risultati dei vari controlli effettuati sull’auto.
I dati sugli esami e sul chilometraggio sono inseriti nel Documento Unico dell’auto, consultabile liberamente sul Portale dell’Automobilista.

I controlli

Nello specifico le condizioni di omologazione che vengono verificate sono:
-il funzionamento dei freni;
-la fluidità dello sterzo;
-le condizioni di visibilità;
-il funzionamento dell’impianto elettrico;
-l’usura degli assi pneumatici e delle sospensioni;
-l’integrità del telaio;
-la regolarità dei rumori e i gas di scarico;
-gli equipaggiamenti omologati.

La scadenza

Come vi abbiamo ricordato in un recente articolo ogni auto, va revisionata dopo i primi 4 anni dalla data d’immatricolazione e in seguito ogni due anni. Il termine ultimo per il rinnovo, in entrambi i casi, è la fine del mese in cui si è fatta la prima immatricolazione.

I costi

Le tariffe variano in base al soggetto al quale ci rivolgiamo.
Presso gli uffici della Motorizzazione Civile l’importo è di 45 euro, presso le officine autorizzate dal Ministero dei Trasporti l’importo è di 65,68 euro.

Condividi:

Condividi: Facebook Google LinkedIn Pinterest Tumblr Twitter

Commenti: