assicurazione

Come controllare su Internet bollo e assicurazione auto

20 luglio 2018

Consigli utili

Condividi: Facebook Google LinkedIn Pinterest Tumblr Twitter

Come ben sapete, dall’ottobre 2015 non è più necessario esporre sull’auto i contrassegni di assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi; tuttavia permane l’obbligo di disporre, all’interno del proprio veicolo, il certificato di assicurazione e può capitare di dimenticarsi di effettuare il controllo sulla scadenza.

Ricordando che, in caso di violazione, oltre al sequestro del veicolo, le sanzioni partono da un minimo di 841 ad un massimo di 3.366 euro, onde evitare di viaggiare senza copertura assicurativa, possiamo controllare lo stato della nostra assicurazione in maniera veloce e digitale.

IPatente: l’app per RCA

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha realizzato un’applicazione, rivolta a tutti i cittadini, disponibile sul sito web Il Portale dell’Automobilista. Scaricando l’App iPatente, disponibile per Android e Ios, e inserendo la targa della propria auto possiamo dunque verificare se siamo in regola con gli obblighi assicurativi.
Naturalmente si può effettuare lo stesso controllo direttamente sul portale web nell’apposita sezione Verifica Copertura RCA.

Soluzioni per il controllo del bollo auto

Il web ci viene incontro anche per i controlli sul bollo auto. In questo caso per ogni giorno di ritardo è prevista una sanzione dello 0,1%, e più aumenta il lasso di tempo nell’effettuare il pagamento, maggiori saranno gli interessi legali.
Per controllare e calcolare il nostro bollo auto è sufficiente collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate o sul portale dell’Aci: in entrambi i casi è possibile verificare lo stato del pagamento e l’importo versato.
Il servizio offerto dall’Agenzia delle Entrate è limitato alle auto registrate nelle regioni (Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia, Marche e Valle D’Aosta) in cui la gestione della tassa automobilistica è di competenza dell’Agenzia.

In alternativa puoi affidarti al sito web Aci e nel caso di residenza in una delle seguenti regioni – Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Molise, Puglia, Toscana, Umbria, province autonome di Bolzano e Trento – pagare il bollo online ma con una commissione dell’1,2%.

Un’ulteriore applicazione dal facile utilizzo è iTarga. Con questa app, purtroppo ad oggi disponibile solo per Ios, è infatti possibile calcolare il bollo, controllare la copertura assicurativa e verificare se ci sono denunce di furto, avendo accesso in pochi secondi a tutte le informazioni di cui si ha bisogno.

Condividi:

Condividi: Facebook Google LinkedIn Pinterest Tumblr Twitter

Commenti: