cellulare al volante apple

Cellulare al volante? Ora non più, c’è l’APP che salva la vita!

14 settembre 2017

sicurezza

Condividi: Facebook Google LinkedIn Pinterest Tumblr Twitter

Cellulare al volante? Ora non più, c’è l’APP apposita! Si chiama “Do not disturb while driving” e sarà introdotta da Apple in autunno nel nuovo sistema operativo iOS 11 di iPad e iPhone. Cos’è? Un vero e proprio copilota intelligente che impedirà a chi è al volante di distrarsi. Una app che, attivandosi automaticamente, trattiene le notifiche e gli squilli e blocca lo schermo.

Ma vediamo nel dettaglio come funzionerà.

Cellulare al volante: un problema da risolvere

Dopo l’introduzione di Apple CarPlay, la casa di Cupertino fa un altro passo avanti verso la risoluzione di una vera e propria emergenza, quella della distrazione alla guida. In Italia e nel mondo infatti i dispositivi mobili sono una delle principali cause di incidente mortale, insieme all’alta velocità. E le case produttrici di smartphone stanno correndo ai ripari.

LEGGI ANCHE: Incidenti stradali: distrazione e cattive abitudini le cause principali

La “modalità auto” all’avanguardia

“Do not disturb” prende il comando del telefono (o dell’iPad) ogni volta che il device viene collegato all’automobile via cavo o via Bluetooth, attivando automaticamente una sorta di “modalità macchina” che ricorda un po’ la “modalità aereo. Infatti, la app blocca tutte le notifiche di sms, WhatsApp, app e chiamate. Tutto, ovviamente, rimane in memoria, e le notifiche potranno essere consultate una volta fermi.

La app inoltre invia messaggi automatici di avviso a coloro che provano a contattarci, avvisando che in quel momento non si può rispondere. Inoltre, dà l’opportunità di selezione quei nomi che hanno la “precedenza”. Per questi ultimi, la notifica di telefonata o sms verrà mostrata nonostante ci si trovi alla guida.

Ma Do not disturb si spinge più in là. Infatti, blocca letteralmente lo schermo del device. Chi è al volante non potrà digitare nulla mentre è in movimento, nemmeno una nuova destinazione sul navigatore di Apple Maps, che per il resto sarà normalmente funzionante. I passeggeri potranno però usare il device disattivando la funzione, e comunicando alla app la loro identità (“non sono il guidatore”).

LEGGI ANCHE: Guida autonoma: cosa ci attende nel 2018

Vi sembrano misure di sicurezza eccessive per il problema dello smartphone al volante? Be’, pensate a quante volte, quando siete in macchina, vi distraete per mandare un messaggio. O per lo squillo del telefono…

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEGLI ANTIFURTI BULLOCK.

cellulare al volante iphone

Condividi:

Condividi: Facebook Google LinkedIn Pinterest Tumblr Twitter

Commenti: